Riuso Mazzoleni

Seriate (BG), Italia

2013

Concorso

con Alessandro Piraccini

 

La riqualificazione dell’area Mazzoleni utilizza come elemento base della progettazione una tipologia insediativa tipica del territorio lombardo: la corte. La tipologia tradizionale, che si adatta perfettamente alla caratteristiche del luogo, viene riletta in chiave contemporanea e interpretata al piano terreno al fine di consentire massima libertà nei flussi. L’ingresso pedonale all’area avviene mediante sette punti di accesso sul perimetro, e consente perciò il collegamento verso più direzioni della città. Gli utenti, attraversando gli spazi in successione, giungono sino al cinema teatro, che risulta connesso sia visivamente che fisicamente col nuovo progetto. Le corti, spazi privati ad uso pubblico, sono in relazione diretta e reciproca tra loro generando un ambito unitario e gerarchizzato dal punto di vista della fruizione, al cui interno però sono percepibili ambienti legati in maniera differente ai singoli edifici. Lo studio del verde permette di modulare in maniera flessibile la dimensione delle corti che sono percepite come uno spazio dinamico, legato alle esigenze del vivere contemporaneo. La tipologia degli edifici consente internamente una maggiore protezione dal rumore che proviene dalla vicina via Marconi, e la modulazione dei volumi articolati secondo altezze differenti consente la penetrazione di un abbondante afflusso di luce all’interno degli spazi che risultano perciò sempre ampiamente illuminati.

 

The redevelopment of Mazzoleni uses as a basic element of designing a type of settlement typical of the Lombardy region: the court. The traditional type, which is perfectly adapted to the characteristics of the site, is reinterpreted in a contemporary way and interpreted on the ground floor in order to allow maximum freedom of flows. The pedestrian entrance to the area is made by seven access points on the perimeter, and therefore can be connected to different directions of the city. The users, through the spaces in succession, come up to the movie theater, which is connected both visually and physically with the new project. The courts, private spaces for public use, are in direct and reciprocal relationship with each other, generating a uniform area and hierarchical in terms of enjoyment, but inside there are environments related to individual buildings in a different way. The study of the green allows you to flexibly modulate the size of the courts that are perceived as a dynamic space, linked to the needs of contemporary living. The types of buildings internally allows greater protection from the noise coming from the nearby Via Marconi, and modulation of volumes articulated in different heights allows the penetration of an abundant flow of light into the spaces that are thus always well lighted.

 

1-schwarzplan-low5.jpg 2-schemi-low.jpg 3-pianta-low.jpg 4-sezione-low.jpg 7-Mazzoleni-C-2-1250x850.jpg 7-Mazzoleni-D-2-1250x899.jpg 7-Mazzoleni-A-1250x919.jpg 7-Mazzoleni-B-1250x515.jpg