Tre piazze

Cesena (FC), Italia

2012

Concorso: primo classificato under 35

con Alessandro Piraccini

 

Le linee fondative del progetto scaturiscono da una lettura dell’intero territorio Cesenate, che è caratterizzato da una sistematica organizzazione del suolo attuata mediante la centuriazione. L’andamento delle linee fondamentali della centuriazione si scontra con gli assi della città sviluppatasi successivamente all’epoca romana. Tale scarto determina tagli diagonali all’interno delle piazze che consentono di leggere lo spazio in maniera unitaria. Una pavimentazione di colore scuro definisce spazi densi, caratterizzati dalla presenza di luoghi di aggregazione, sedute, vasche con alberature ed essenze floreali differenti. Una pavimentazione di colore chiaro invece sottolinea i flussi pedonali più importanti che mettono in connessione i tre monumenti principali: la facciata della Biblioteca Malatestiana, la Chiesa di Santa Maria Nascente in Boccaquattro ed il nuovo ingresso al Palazzo del Capitano, progettato come un’aggregazione autonoma e totalmente reversibile. Un chiosco e un’edicola sono posti all’interno di una struttura unitaria affiancata al Palazzo del Capitano, al fine di delimitare lo spazio dell’attuale Piazza Fabbri. Tale ambito si qualifica inoltre per la scelta di aprire il fronte del Palazzo del Capitano mediante grandi vetrate che mettono in connessione lo spazio interno dell’attuale galleria d’arte con quello esterno della piazza.

 

The founding lines of the project issue from a reading of the entire territory of Cesena, which is characterized by a systematic organization of the soil implemented through land division. The performance of the basic lines of the land division clashes with the axes of the city that developed after the Roman era. This difference determines diagonal cuts within the squares that allow you to read the space in a unified way. A dark-colored flooring defines dense spaces, characterized by the presence of gathering places, seats, tubs with trees and different flower essences. A light-colored pavement instead emphasizes the most important pedestrian flows which connect the three main monuments: the facade of the Malatesta Library, the Church of Santa Maria Nascente in Boccaquattro and the new entrance to the Palazzo del Capitano, designed as a standalone aggregation and totally reversible. A kiosk and a newsstand are located within a unitary structure attached to the Palazzo del Capitano, in order to delimit the space of Piazza Fabbri. This area also qualifies for the decision to open the front of the Palazzo del Capitano through large windows which connect the interior space of the art gallery with the outside of the square.

1-schwarzplan-low.jpg 3-piazze-A.jpg 2-planimetria-low.jpg 3-pianta-sezione-capitano-low.jpg 4-sezione-pergola-low.jpg 3-piazze-B.jpg 3-piazze-C.jpg