Complesso parrocchiale “Beato Paolo VI”

Forlì (FC), Italia

2015

Concorso: primo classificato

con architetto Romano Pretolani

Artisti: Francesco Bombardi, Simone Bombardi

Liturgista: Don Cristian Cerasa

Progetto energetico dell’edificio: arch. Kristian Fabbri

Collaboratori prima fase: arch. Francesco Mariani, Laura Vestita

Collaboratori seconda fase: architetti Francesco Mariani, Federico Tassinari, Ylenia Donati

Consulente esperto in architettura Sacra: prof. arch. José Ignacio Linazasoro

Video: Deniel Monti, Enea Monti

 

L’architettura del complesso Parrocchiale si configura mediante una forma concava, che richiama antiche esedre di origine Romana e genera uno spazio pubblico che ispira un senso di accoglienza. Aula liturgica e centro parrocchiale sono coesi in un tutto unitario. La corte centrale a forma ellittica è un luogo aperto ma al contempo protetto, dove potranno svolgersi attività culturali, conviviali e religiose. Una partecipazione pienamente attiva da parte dell’assemblea dei fedeli alla liturgia ha costituito l’obiettivo principale del progetto per l’aula liturgica. Attorno al presbiterio l’assemblea trova posto su tre lati e tale aspetto genera un senso di collettività e vicinanza all’azione liturgica che determinano un forte coinvolgimento dei fedeli durante le celebrazioni.  Lo sviluppo dello spazio interno alla nuova Chiesa di Santa Maria del Voto in Romiti è caratterizzato da una forte dinamicità generata da potenti murature perimetrali in laterizio. Se a piano terra la fruizione dello spazio è lasciata libera e flessibile, senza interruzioni a livello planimetrico, dal punto di vista volumetrico interno lo spazio è trattato in maniera articolata. Una struttura in legno genera, dalla quota di due metri e trenta in su, una spazialità tipica di una chiesa con pianta a croce.

 

The architecture of the overall Parish is configured by means of a concave shape, which recalls ancient exedras of Roman origin and generates a public space that inspires a sense of welcome. Classroom liturgical and parish center are cohesive in a unified whole . The central courtyard is an open elliptical but at the same time protected place, where they will be held cultural, religious and convivial. A fully active participation by the assembly of the faithful in the liturgy has been the main objective of the project for the nave. Around the presbytery the assembly is placed on three sides and this aspect creates a sense of community and closeness to the liturgical action that determine a strong involvement of the faithful during the celebrations. The development of the internal space of the new Church of Santa Maria del Voto in Romiti is characterized by strong dynamism generated by powerful perimeter brick walls. If the ground plan the use of space is left free and flexible, without interruptions to planimetric level, from the point of view of internal volumetric space is treated in articulated manner. A wooden structure generates, by the share of two meters and a half up, a typical space of a church with a cruciform plan.

Planivolumetrico-2000-copia.jpg Plastico.jpg 1.jpg 2-1.jpeg 4.jpg pianta.jpg 6.jpg 5.jpg Pianta-chiesa-100.jpg 8.jpg 9.jpg 10-1.jpg 3.jpg 7.jpg