Concorso di progettazione per l’istituto agrario di Macerata

Macerata

2017

Concorso Internazionale: quinto classificato

con Damià Lorenzato Architetti

 

Il nuovo Istituto di Istruzione Superiore “Bramante” nasce come un luogo di studio ma anche come polo di riferimento culturale, civile e sociale per tutta la città di Macerata. L’intervento è stato pensato in relazione  al contesto urbano/territoriale ampio in cui si inserisce: la volumetria complessiva è frammentata, privilegiando lo spazio pubblico tra gli edifici e con la realizzazione di una vera e propria piazza posta tra la Scuola e la Palestra la quale, pensata separata dalla scuola, garantisce un uso autonomo della struttura alla cittadinanza. La scuola si articola secondo volumi ben definiti al suo interno: uno spazio continuo longitudinale si sviluppa sia al piano terra che al primo piano e consente l’accesso a tutti gli ambienti che affacciano su di esso. La struttura mista in legno è stata pensata per consentire lo sviluppo di un’idea modulare flessibile che potesse ripetersi all’interno dell’edificio. L’adattamento del progetto al sito trova una declinazione anche in alzato: le coperture a falda richiamano quelle tipiche del luogo e l’andamento delle colline circostanti. Il rivestimento più esterno delle coperture è realizzato con del verde che garantisce un isolamento termico efficiente e rende il nuovo complesso scolastico mimetico rispetto al territorio.

 

The new High School “Bramante” was born as a place of study but also as a cultural, civil and social reference point throughout the city of Macerata. The project was thought in relation to the urban context in which is placed: the overall volume is fragmented and privilege the public space between the buildings. The project includes also the realization of a true square between the School and the Gym. The Gym is separate from the school so it can guarantee the autonomous use of the structure to citizenship. The school is articulated according to well-defined volumes inside it: a longitudinal continuous space develops both on the ground floor and on the first floor and allows access to all the environments. The mixed wood structure was designed to allow the development of a flexible modular idea that could be repeated within the building. The adaptation of the project to the site also finds a declination on the top: the roof recall the typical ones of this area and the trend of the surrounding hills. The outer shell of the buildings is made of green, which guarantees efficient thermal insulation and makes the new complex camouflaged with the territory.

 

top-view-1250x905.jpg pianta-1-1250x463.jpg prospetti-sez-1250x738.jpg render-1-1-1250x752.jpg render-2-1-1250x752.jpg render-3-1-1250x753.jpg render-4-1-1250x753.jpg