Nuovo campus universitario e restauro delle strutture esistenti sull’isola di Poveglia

Poveglia, (VE)

2016

Menzione

con Nicolas Piazza, Nicola Romagnoli, Eleonora Fantini

 

L’isola di Poveglia nel tempo ha alternato fasi di antropizzazione a momenti di spopolamento. Come in un sistema di forze uomo e natura si sono contrapposte in questo luogo e l’isola testimonia oggi, con le sue Piranesiane rovine avvolte dalla natura, l’equilibrio raggiunto. Il tema del recinto nasce da un’idea di nuova fondazione di questo luogo, nel tentativo di non distribuire il costruito in maniera uniforme sull’isola, ma concentrando le funzioni all’interno di un’unico spazio rettangolare ben definito. Fuori da esso è la natura. Al suo interno si trova invece il mondo minerale, costruito, antropizzato.
Le architetture mediante cui si interviene in questo luogo sono concepite secondo tre linee guida:
1 restauro dell’esistente senza aumento volumetrico;
2 ampliamento della volumetria su edifici esistenti;
3 inserimento di nuovi edifici.
Le nuove architetture trovano una relazione volumetrica con le preesistenze, pur discostandosi nella scelta del linguaggio architettonico e nei materiali, che dichiarano la contemporaneità dell’intervento.

 

The island of Poveglia over time has alternated phases of anthropization and, on the contrary, some phases of depopulation. The island, with its Piranesian ruins wrapped in nature, show how it’s possible to find the balance between men and nature. The theme of the fence arises from an idea of a new founding of this place, in order to focuse on functions within a single well-defined rectangular space and don’t distribute buildings all over the island. Outside the definite area there’s nature. Inside the area there’s mineral world, built, anthropized.
The architectures involved in this site are designed according to three guidelines:
1 restoration of the existing site without volumetric increase;
2 expansion of volumetry on existing buildings;
3 adding of new buildings.
The new architectures find a volumetric relationship with the pre-existence ones, but they use a different architectural language and different materials, whose declare the contemporaneity of the intervention.

Assonometria_A1_160527.jpg studentato.jpg aule-studio.jpg Auditorium.jpg